Alla scoperta del Cutty Sark a Greenwich

cutty sark

Il lungo weekend di Bank Holiday è stato inaugurato con una gita alla scoperta del Cutty Sark a Greenwich. Eravamo già venuti nel quartiere di Greenwich, ma non avevamo fatto in tempo a vederlo. C’è così tanto da vedere in questo meraviglioso distretto a est di Londra che forse un giorno non basta. Abbiamo preso la DLR e siamo usciti proprio alla fermata Cutty Sark, che è a due minuti dalla nave.

La nave si trova proprio lungo il Tamigi e ammirarla arrivando dal fiume fa un effetto incredibile. Quindi se potete farlo, consiglio di arrivare dal fiume. Noi lo abbiamo fatto al ritorno, quando per tornare verso il centro di Londra abbiamo deciso di prendere il Thames clipper, e tornare verso il centro città via fiume, con il traghetto.

immagine con testo

 

Ma, da dove deriva il nome Cutty Sark?

Cutty Sark significa “camiciola, sottoveste” in lingua scozzese e si riferisce alla polena che ne adorna la prua e che raffigura la strega semi-svestita Nannie, personaggio del componimento Tam O’Shanter del poeta scozzese Robert Burns.

polena del cutty sark

La polena del Cutty Sark

Cosa è successo al Cutty Sark?

Quest’anno Cutty Sark ha compiuto 150 anni! Danneggiato due volte da un incendio, è stato riaperto nel 2012 a seguito di un ampio progetto di restauro e conservazione.

timone del cutty sark

Il Timone del Cutty Sark

 

Per cosa è famoso il Cutty Sark?

vista esterna del cutty sark

La nave è sospesa sopra la struttura in vetro ed è visitabile interamente, anche ammirando lo scafo dall’esterno

 

E’ stata una delle ultime navi da the ad essere costruita e una delle più veloci. Ha navigato in 16 paesi e ha viaggiato l’equivalente di due viaggi e mezzo dalla luna alla Terra.

È una delle uniche tre composizioni originali (composte da scafo in legno su una struttura di ferro) rimaste del diciannovesimo secolo.

Royal Museum Greenwich, che comprende Cutty Sark, insieme al National Maritime Museum, Queen’s House e Royal Observatory, è una delle top 10 attrazioni turistiche del Regno Unito e patrimonio mondiale dell’UNESCO.

 

Perché visitare il Cutty Sark?

sotto lo scafo del cutty sark

Sotto lo scafo: Sammy Ofer Gallery

Non è la prima volta che saliamo a bordo di un veliero, ma la peculiarità del Cutty Sark è che, essendo sospeso, consente di essere visitato in un modo del tutto eccezionale e diverso. E’ possibile infatti camminare sotto lo scafo rivestito di rame e apprezzare appieno tutta la grandezza.

Per i bambini (anche piccoli) questo museo veliero ha tanto da offrire. All’ingresso vi verrà consegnato un percorso a stazioni, che permetterà ai bambini di partecipare alla visita e collezionare timbri in base alle zone visitate e agli oggetti visti.

bimbo che tiene in mano la guida per visitare il cutty sark

Explore trail per accompagnare i bambini alla visita

collezione di francobolli nel percorso per bambini del cutty sark

Collezione di timbri nelle varie stazioni lungo la visita

 

La stiva

visione del film nella stiva del cutty sark

La proiezione del video informativo nella stiva

Abbiamo iniziato la visita nella parte inferiore della nave, la stiva, conosciuta come Dry Berth. Qui, c’è un video molto interessante che racconta le tappe e i numeri più importanti che riguardano la nave. Alcune delle cose che abbiamo scoperto: ci lavoravano 653 uomini provenienti da 30 nazioni diverse, tra cui il più giovane aveva solo 14 anni. Il viaggio inaugurale si tenne nel 1870, e ogni viaggio poteva trasportare fino a 10,000 casse di the. Tra il 1870 e il 1878 viaggiò 8 volte verso la Cina. Nel 1885 il Cutty Sark impiego 73 giorni per tornare dall’Australia. Fu il suo viaggio più veloce!

 

video nella stiva del cutty sark

Video per simulare come poteva essere stare a bordo del Cutty Sark

 

E’ inoltre possibile toccare con mano la struttura della nave e avere un’idea della moltitudine di casse che poteva trasportare come thè, carbone e lana.

 

bimbo che guarda dall'oblò

Cosa si vedeva da un oblò?

 

L’interponte

bimbi davanti a un piano luminoso che è un gioco interattivo

Giochi interattivi nell’interponte

 

Poi si passa a visitare l’interponte, conosciuto come Tween Deck, dove viene dato grande spazio all’interattività: i bambini possono mettersi al comando della nave e simulare la guida di una nave seguendo le rotte dei venti. Le casse di legno inoltre diventano scrigni che nascondono merci e odori o musiche da scoprire: Ci sono barche di legno per intrattenere anche i più piccoli e tantissimi pannelli esplicativi. Qui si possono anche conoscere meglio coloro che hanno fatto la storia dei questa nave, come il capitano Woodgett, il comandante più longevo e Jock Willis, l’uomo che ha costruito il Cutty Sark.

 

due bimbi che giocano nell'interponte

Pannelli esplicativi e diverse attività anche per i bambini

 

due bambini che cercano di scoprire come funziona un gioco

Scoprendo la musica a bordo del Cutty Sark

mappa del mondo

Mappa delle stazioni cargo del Cutty Sark

sacco con una proiezione in bianco e nero

Proiezioni nell’interponte

Alla scoperta del ponte

ponte del cutty sark

Il Ponte del Cutty Sark

E infine si sale sul ponte principale e per ammirare la maestosità del Cutty Sark, a partire dagli alberi per le vele. Si possono visitare le cuccette e scoprire come viveva, mangiava e dormiva l’equipaggio, Mi ha sorpreso vedere come gli spazi fossero piuttosto angusti, di certo i marinai non dovevano essere molto alti.

 

interno di una cuccetta del cutty sark

La cucina del Cutty Sark

cella del capitano

La cabina del comandante

 

La Sammy Ofer Gallery

lo scafo in primo piano del cutty sark

La grandiosità dello scafo del Cutty sark

 

Infine siamo andati a vedere lo scafo, nella Sammy Ofer Gallery. Qui è possibile ammirare lo scafo della nave, e rimanere affascinati dalla grandezze e design con cui era stato progettato 150 ani fa!

 

Sammy Ofer Gallery

Sotto lo scafo del Cutty Sark

La nave è permanentemente ancorata sotto un magnifico vetro ed è quindi visitabile sia quando piove che quando c’è il sole.

E’ anche possibile ammirare la più grande collezione di polene al mondo!

polene

Collezione di polene

Qui c’è anche un bar e un’area ristoro, e lo spazio per lasciare anche passeggini e monopattini.

 

 

Quanto costò costruire il Cutty Sark?

Nel 1869 353£.

 

Vi potrebbe interessare anche leggere:

 

Informazioni pratiche per visitare il Cutty Sark:

  • Sito web: qui
  • Ingresso: 13,50 adulti, 6,75 bambini (conviene acquistare i biglietti online per risparmiare il 10%)
  • C’è anche la possibilità di acquistare biglietti cumulativi con gli altri musei di Greenwich. Tutte le info nel sito del Cutty Sark
  • Come arrivare: con la DLR fino alla Fermata Cutty Sark oppure con il traghetto

 

Avete già visitato il Cutty Sark? Fatemi sapere nei commenti qui sotto.

 

Se ti è piaciuto il post, condividilo e salvalo! 🙂

immagine con testo

 

A presto!

Francesca

 

Disclaimer: Questo è un post sponsorizzato. Abbiamo ricevuto biglietti omaggio per visitare il Cutty Sark. Tuttavia, tutti i punti di vista, le opinioni e le foto, sono mie e rimangono copyright di Mum what else.

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

FOLLOW ME

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.